Regione Lombardia

Aggiornamento misure marzo 2021 - Zona arancione

Pubblicato il 28 febbraio 2021 • Coronavirus

Buona sera a tutti Voi. Come avrete avuto modo di sapere da tutti i mezzi di informazione, da domani la Lombardia torna in zona arancione. Queste le misure principali, da seguire e da affiancare a senso civico e responsabilità:

SPOSTAMENTI. È consentito spostarsi liberamente, senza l’obbligo di autocertificazione, all’interno del proprio Comune dalle ore 5 alle ore 22. Di conseguenza è vietato uscire dal proprio Comune, così come spostarsi nell’orario non consentito, se non per ragioni di lavoro, istruzione, salute o necessità.

NEGOZI E CENTRI COMMERCIALI. Sono aperti tutti i negozi e i servizi alla persona senza limitazioni. Restano invece chiusi, durante le giornate festive e prefestive, i negozi che si trovano nei centri commerciali, ad eccezione delle farmacie e parafarmacie, dei presidi sanitari, dei punti vendita di generi alimentari, dei tabacchi e delle edicole.

BAR E RISTORANTI. Bar, ristoranti, così come pasticcerie e gelaterie dovranno nuovamente chiudere al pubblico. Sono invece consentite le attività di asporto (fino alle 18 i bar, fino alle 22 i ristoranti) e di consegna a domicilio, senza limiti di orario.

SCUOLE. È confermata la didattica in presenza al 100% per le scuole dell'infanzia, le elementari e le medie. Negli Istituti Superiori è prevista la didattica in presenza alternata per minimo il 50% e fino al 75% degli alunni. Restano chiuse le Università, ad eccezione di alcune attività specifiche come i Laboratori, comunque sulla base delle decisioni dei Rettori.

SPORT. Restano chiuse palestre, piscine, centri benessere e centri termali. Resta consentito lo svolgimento di attività sportiva solo in forma individuale all’aperto. Possibile svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, nel rispetto della distanza di almeno un metro e con obbligo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie.

CULTURA. Chiusi i musei, i cinema e i teatri. Sono sospese le mostre e i servizi della cultura, ad eccezione delle biblioteche dove i relativi servizi sono offerti su prenotazione e degli archivi.
Vi invito a prestare attenzione. La fine di questo brutto momento passa anche da noi.

Il Vostro Sindaco,
Luca Veggian