Regione Lombardia

Nuovo DPCM 3 dicembre: tutte le misure per le Feste

Pubblicato il 4 dicembre 2020 • Coronavirus

Buongiorno a tutti. Nella giornata di ieri è stato firmato il nuovo DPCM 3 dicembre, valido da oggi fino al prossimo 15 gennaio, che prevede ulteriori restrizioni nel periodo delle Feste dal 21 dicembre al 6 gennaio.

Oltre a ricordare che la Regione Lombardia resta attualmente una zona arancione, queste le misure più significative:

SPOSTAMENTI.
Dal 21 dicembre al 6 gennaio sarà vietato spostarsi fra le regioni, anche quelle in zona gialla. Non sarà dunque possibile raggiungere la seconda casa se si trova in una regione diversa dalla Lombardia.

Il 25 e 26 dicembre e il giorno di Capodanno non sarà inoltre possibile spostarsi fuori dal proprio Comune, salvo per ragioni di lavoro, salute, urgenza o per prestare assistenza a persone non autosufficienti, muniti dell'autocertificazione. Sarà comunque sempre possibile rientrare nella propria residenza, domicilio o abitazione.

COPRIFUOCO.
Il coprifuoco resta in vigore per tutte le festività, dalle 22 alle 5 del mattino seguente. Il primo gennaio, invece, il coprifuoco durerà fino alle ore 7 del mattino.

FESTEGGIAMENTI NATALIZI
Raccomandato il contingentamento per i festeggiamenti natalizi solo con familiari conviventi.

BAR E RISTORANTI.
In zona arancione bar e ristoranti restano aperti dalle 5 alle 22 solo per l'asporto. La consegna a domicilio è sempre consentita.

ALBERGHI, CINEMA E TEATRI
Alberghi aperti in tutta Italia. I ristoranti al loro interno saranno chiusi la sera di Capodanno, con la possibilità di cenare in camera, ordinando la cena. Cinema e teatri invece resteranno chiusi per tutte le festività.

NEGOZI E CENTRI COMMERCIALI
Dal 4 dicembre fino al 6 gennaio i negozi resteranno aperti tutti i giorni fino alle 21. Nei giorni festivi e pre-festivi nei centri commerciali saranno aperti solo i negozi alimentari, le farmacie, parafarmacie, sanitari, tabacchi, edicole e vivai.

VIAGGI ALL’ESTERO.
Tutti coloro che tornano da un viaggio all’estero dovranno rimanere in quarantena per 14 giorni.

PISTE DA SCI.
Confermato il divieto di apertura degli impianti sciistici e delle piste da sci. Gli impianti riapriranno il 7 gennaio.

SCUOLA.
Confermata in presenza l’attività didattica per la scuola dell'infanzia, il primo ciclo di istruzione nonché per gli studenti della scuola secondaria di secondo grado. La scuola superiore, invece, sarà in presenza per il 75% a partire dal 7 gennaio.

In allegate trovate il documento completo. 


Siamo consapevoli che in questo anno così difficile dovremo stringere i denti anche nel periodo natalizio. Ma solo così potremo mettere da parte questo 2020 per ricominciare al meglio il prossimo anno. 

Il Vostro Sindaco,
Luca Veggian

 

DPCM 3 dicembre
Allegato formato pdf
Scarica