Regione Lombardia

Altre Ville

Ultima modifica 23 gennaio 2020

La bellezza dei paesaggi e l’aria buona che vi si respirava fecero di Carate, fin dal Settecento, un luogo ideale per costruire ville da destinare ai riposi estivi. E’ qui impossibile descrivere nel dettaglio tutte le ville caratesi, ma alcune di esse meritano almeno un cenno, a partire, nel centro storico, dalla settecentesca villa Confalonieri, poi trasformata in Casa di Salute femminile e ora sede della Clinica Zucchi.

Una singolare concentrazione di ville si verificò sulla bella e panoramica collina di Riverio, dove fino al Settecento esistevano solo tre cascine, una delle quali era appartenuta agli Umiliati di Carate. Qui, isolate nel verde dei loro parchi, sorgono ora la villa Bolgeri “Orlanda”, la villa Lovati, la Amman-De Bortoli, e la villa “la Prevostura”, tutte frutto di interventi ottocenteschi.